Stefano Butti

Nasce nel maggio 1962 a Bergamo.
Dal 1978 si occupa di microfusioni di precisione nel campo odontotecnico
Dal 1985 si interessa di archeo-metallurgia e di simboli delle civiltà antiche divenendone un profondo conoscitore.
In tutti questi anni ha tenuto conferenze sull’alchimia, sulla tecnica di fusione a cera persa e sulla tecnica etrusca, in molte città d’Italia: Bergamo, Milano, Piacenza, Cremona, Treviso, Parma, La Spezia, Viareggio, Roma, Reggio Calabria, Taormina, oltre che in diverse città della Spagna, a Ginevra e ad Amsterdam.
Dal 1995 si è avvicinato alla tecnica di fusione del Titanio ed alla saldatura laser. Nello stesso anno per hobby inizia a creare piccoli gioielli con vari tipi di metallo per sperimentare l’antica tecnica di fusioni a cera persa usando materiali più recenti.
Con l’incontro della moglie Mariangels Pujol, nasce una linea di gioielli unici con materiali innovativi, totalmente anallergici e privi di nichel nella gioielleria a fusione a cera persa ad iniezione centrifugaalchemiche e conferenziere sul metodo alchemico della fusione dei metalli da lui ideato.